• Via Euganea Bresseo, 12 – 35037 Bresseo di Teolo (PD)
  • Mar - Sab 09–12:30, 15:45–19:30

Presbiopia: cos’è, cause e prevenzione

Hai più di 40 anni e non riesci a mettere a fuoco le scritte o gli oggetti molto vicini? Potrebbe trattarsi di presbiopia, un disturbo della vista comune a questa età che intacca la capacità di vedere da vicino (da 20 a 50 cm di distanza).
Leggi questo articolo per scoprire cos’è la presbiopia, da cosa è causata e come tenerla sotto controllo!

Cos’è la presbiopia?

Alla maggior parte delle persone, nel corso della vita, capita di dover indossare gli occhiali da vista a causa di un calo progressivo dovuto all’utilizzo prolungato di dispositivi elettronici senza la giusta protezione, alla lettura in condizioni di luminosità scarsa, a patologie croniche come il diabete e l’utilizzo di farmaci di vario tipo.

Quando si parla di presbiopia, infatti, non si intendono le usuali condizioni oftalmiche quali miopia, astigmatismo e ipermetropia, ma si tratta di tutt’altra problematica. In questi casi, infatti, si verifica un indurimento della parte centrale del cristallino, detta nucleo, che con l’avanzare dell’età perde sempre più acqua diventando meno flessibile

In generale, la presbiopia è una condizione che si presenta nelle persone con età superiore ai 40/45 anni, ma è necessario agire molto prima per prevenire una manifestazione seria. A partire da questa età, infatti, è sempre più comune riscontrare cali della vista dovuti a problemi di presbiopia, rendendo necessario l’intervento di un ottico oppure optometrista.

Come prevenire la presbiopia

Molti si chiedono quali comportamenti adottare per evitare la presbiopia, ma la realtà è che non è possibile prevenire la comparsa della presbiopia mentre è possibile tenere sotto controllo gli effetti indesiderati facendosi consigliare dagli esperti la giusta correzione ottica.

A tutte le persone che superano i 40 anni è consigliato sottoporsi a visite regolari (circa ogni 2/3 anni) per avere la certezza che la propria vista sia ancora in salute. Invece, dopo i 55 anni è meglio ridurre il periodo di distanza tra una visita e l’altra recandosi dal proprio ottico di fiducia ogni 2 anni e dopo i 65 anni una volta all’anno.

Ad ogni modo, in caso di comparsa di sintomi come punti neri, lampi, vista offuscata, abbassamenti repentini della vista o aloni è essenziale contattare immediatamente uno specialista per chiarire la situazione e prendere subito le misure necessarie per non farla aggravare.

Come correggere la presbiopia

Come abbiamo accennato in precedenza, non è possibile guarire completamente dalla presbiopia, ma è possibile – e consigliato – mettere in atto alcuni comportamenti che possono aiutare a correggerla.

Una volta certo di essere presbite, il tuo ottico di fiducia saprà consigliati il metodo migliore per correggere la presbiopia in base alla tua situazione:

  • Occhiali per la presbiopia: in alcune occasioni è necessario indossare gli occhiali solamente per leggere, quindi si parla di comuni “occhiali da lettura”. Per coloro che non amano indossare gli occhiali in pubblico esistono altri rimedi, come le lenti a contatto;
  • Lenti a contatto per la presbiopia: per risolvere le problematiche legate alla lettura da vicino e da lontano è possibile optare per le lenti multifocali. Ad oggi, il modello di lenti più confortevoli sono le lenti in silicone idrogel, adatte per essere indossate a lungo.

Come preservare la vista

A prescindere dalla salute della nostra vista, è necessario prestare attenzione a preservarla durante le attività quotidiane, soprattutto se non abbiamo una situazione visiva ideale.

Il primo fattore da cui proteggere la vista è sicuramente la luce blu degli schermi, in quanto al giorno d’oggi passiamo sempre più tempo davanti ai dispositivi elettronici per lavoro, studio o intrattenimento.

Da non sottovalutare è di certo l’utilizzo di lenti oftalmiche defaticanti che permettono alla vista di non stancarsi e, quindi, di sforzarsi il meno possibile se non possiamo ridurre la quantità di tempo passata davanti agli schermi. Si tratta delle lenti Office, una nuova tipologia di lente realizzata per l’uso videoterminale.

Ad ogni modo, qualsiasi sia la nostra condizione, è essenziale contattare il nostro ottico o optometrista di fiducia per la scelta delle lenti adatte a noi.

Vuoi prenderti cura della tua vista e finalmente riuscire a leggere tranquillamente il giornale, un libro o al computer?

Contatta Ottica Pironti per prenotare la tua analisi visiva specifica e ottenere la soluzione più adatta a te!

Tel. 049 9900831 – Mail: otticapironti@gmail.com

Via Euganea Bresseo, 12 – Bresseo di Teolo (PD)

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*